Ultima modifica: 9 Aprile 2020
ICS Galbiate > Circolari > N. 98 DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 22

N. 98 DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 22

Ministero dell’Istruzione Istituto Comprensivo Statale di Galbiate (LC) Via Unità d’Italia 9 – 23851 GALBIATE (LC) TEL.  0341/24.14.242/3  FAX:0341/54.14.63 Email: lcic82000e@istruzione.it   Comunicazione n. 98                                                                 »

stemma repubblica

Ministero dell’Istruzione
Istituto Comprensivo Statale di Galbiate (LC)
Via Unità d’Italia 9 – 23851 GALBIATE (LC)
TEL.  0341/24.14.242/3  FAX:0341/54.14.63
Email: lcic82000e@istruzione.it

 

Comunicazione n. 98                                                                                                                   Galbiate, 09/04/2020

 

– A tutto il personale dell’I.C. Galbiate
– Agli alunni e alle famiglie dell’I.C. Galbiate
– Al DSGA
– Sito

 

Oggetto: DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 22 “Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo  svolgimento degli  esami  di  Stato”.

 

Si comunica la pubblicazione nella GU Serie Generale n.93 del 08.04.2020 del Decreto Legge n. 22 del 08.4.2020 “Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo  svolgimento degli  esami  di  Stato”.
Il decreto rende noto all’art. 1 c. 1 che con una o più ordinanze del Ministro dell’Istruzione possono essere adottate, per l’a.s. 2019/2020, misure specifiche sulla valutazione degli alunni e sullo svolgimento degli esami di Stato conclusivi del primo e del secondo ciclo di istruzione, nei casi e con i limiti indicati nel decreto stesso.
Si riportano alcuni passaggi importanti del documento di legge, rimandando le SS.LL. ad un’attenta lettura del decreto allegato.

 

INTEGRAZIONE E RECUPERO DEGLI APPRENDIMENTI

  • Art. 1 c. 2 – Le ordinanze di cui al comma 1 definiscono le strategie e le modalità dell’eventuale integrazione e recupero degli apprendimenti relativi all’anno scolastico 2019/2020 nel corso dell’anno scolastico successivo, a decorrere dal 1° di settembre 2020, quale attività didattica ordinaria. L’eventuale integrazione e recupero degli apprendimenti di cui al primo periodo tiene conto delle specifiche necessità degli alunni delle classi prime e intermedie di tutti i cicli di istruzione, avendo come riferimento il raggiungimento delle competenze di cui alle indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, alle indicazioni nazionali per i licei e alle linee guida per gli istituti tecnici e professionali.

RIPRESA DELLE ATTIVITA’ DIDATTICHE IN PRESENZA ENTRO IL 18 MAGGIO 2020

  • Art. 1 c. 3 – Nel caso in cui l’attività didattica delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione riprenda in presenza entro il 18 maggio 2020 e sia consentito lo svolgimento di esami in presenza, le ordinanze di cui al comma 1 disciplinano:
    a) i requisiti di ammissione alla classe successiva per le scuole secondarie, tenuto conto del possibile recupero degli apprendimenti di cui al comma 2 e comunque del processo formativo e dei risultati di apprendimento conseguiti sulla base della programmazione svolta, in deroga agli articoli 5 (Validità dell’anno scolastico nella scuola secondaria di primo grado), comma 1, e 6 (Ammissione alla classe successiva nella scuola secondaria di primo grado ed all’esame conclusivo del primo ciclo) del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62 e all’articolo 4 (Valutazione degli alunni nella scuola secondaria di secondo grado), commi 5 e 6, del decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n. 122;
    b) le prove dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, anche prevedendo l’eliminazione di una o più di esse e rimodulando le modalità di attribuzione del voto finale, con specifiche disposizioni per i candidati privatisti […].

MANCATA RIPRESA DELLE ATTIVITA’ DIDATTICHE IN PRESENZA ENTRO IL 18 MAGGIO 2020

  • Art. 1 c. 4 – Nel caso in cui l’attività didattica in presenza delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione non riprenda entro il 18 maggio 2020 ovvero per ragioni sanitarie non possano svolgersi esami in presenza, oltre alle misure di cui al comma 3, in quanto compatibili, le ordinanze di cui al comma 1 disciplinano:
    a) le modalità, anche telematiche, della valutazione finale degli alunni, ivi compresi gli scrutini finali, in deroga all’articolo 2 (Valutazione del primo ciclo) del decreto legislativo n. 62 del 2017 e all’articolo 4 (Valutazione degli alunni nella scuola secondaria di secondo grado) del decreto del Presidente della Repubblica n. 122 del 2009;
    b) la sostituzione dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione con la valutazione finale da parte del consiglio di classe che tiene conto altresì di un elaborato del candidato, come definito dalla stessa ordinanza, nonché le modalità e i criteri per l’attribuzione del voto finale, con specifiche disposizioni per i
    candidati privatisti, salvaguardando l’omogeneità di svolgimento rispetto all’esame dei candidati interni, in deroga agli articoli 8 e 10 del decreto legislativo n. 62 del 2017.
  • Art. 1 c. 5 – I provvedimenti di cui al presente articolo prevedono specifiche modalità per l’adattamento agli studenti con disabilità e disturbi specifici di apprendimento, nonché con altri bisogni educativi speciali.

LIMITATAMENTE ALL’A.S. 2019/2020

  • Art. 1 c. 6 – In ogni caso, limitatamente all’anno scolastico 2019/2020, ai fini dell’ammissione dei candidati agli esami di Stato, si prescinde dal possesso dei requisiti di cui agli articoli 5 (Validità dell’anno scolastico nella scuola secondaria di primo grado), comma 1, 6 (Ammissione alla classe successiva nella scuola secondaria di primo grado ed all’esame conclusivo del primo ciclo), 7 (Prove nazionali sugli apprendimenti), comma 4, 10 (Esami candidati privatisti), comma 6, 13 (Ammissione dei candidati interni), comma 2, e 14(Ammissione dei candidati esterni), comma 3, ultimo periodo, del decreto legislativo n. 62 del 2017. Fermo restando quanto stabilito nel primo periodo, nello scrutinio finale e nell’integrazione del punteggio di cui all’articolo 18, comma 5, del citato decreto legislativo, anche in deroga ai requisiti ivi previsti, si tiene conto del processo formativo e dei risultati di apprendimento conseguiti sulla base della programmazione svolta […].
  • All’art. 2 c. 6 – Per tutto l’anno scolastico 2019/2020, sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle
    istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Gloria D’Arpino

                                                                                 Firma autografa sostituita a mezzo stampa
ai sensi dell’art. 3 comma 2 del D.Lgs. 39/93

    D.L. n. 22 del 08.04.2020                                  




Link vai su